KIPFEL E BRASATO

domenica, febbraio 26, 2012 Pubblicato da JJ



Primo dilemma atroce... KIPFEL ha il plurale? E' tedesco, quindi KipfelS non è... Ma manco Kipfeln mi suona.. o si??? O resta Kipfel? 

Chissenefrega lo vogliamo aggiungere? 
Intanto, imparmiamo la corretta pronuncia. Si legge "Chiffel" e in triestino troverete pure la versione carucciosa di quello che è un volgare gnocco fritto da 8.000 calorie a mozzico, ovvero il chifeleto! 
Per la serie 'come smorzare un evidente senso di colpa!'

Allora.. avrei potuto scrivere due ricette distinte... ma il chifeleto sta troppo bene col brasato e siccome siete dei pigroni da competizione, le metto entrambe su di un'unica pagina. 

Iniziamo col brasato che ci mette più tempo a cuocere. 
Spiacentomi in anticipo, ma non ho foto della preparazione brasatica. 



BRASATO

Io uso il girello perchè è magro e a me la carne col grassetto non piace, ma se a te piace anche il grassetto, usa un'altra parte del manzo. Facciamo 1 kg. 

Per amor di precisione, visto che la ricetta è un po' complicata, mi preme una specificazione. 


Il girello NON è questo

MA QUESTO!!!



Steccate la carne. 
Cheeeeee?????
Praticate dei buchetti nella carne con un coltellino affilato e introducete nei buchini appena fatti dei cubetti di pancetta affumicata. Premeteli bene dentro col ditino. 
Se l'operazione vi impressiona, Fingete di trafiggere una persona che vi sta sulle balle. Renderete il tutto molto piacevole! 

Prendere una pentola  e metterci dentro olio evo(1) e burro. Quanto? Bu? Fate a occhio... un 50 grammi vi sconfinfera? Ottimo! Vada per il cinquantino! 

Schiaffate la carne nella pentola e rosolatela ben bene su ogni lato a fuoco vivo e vivace. 

Quando la carne sarà ben rosolata, aggiungete il vino rosso. Quanto? Dovete coprire la carne fino a metà! 
Così taaaantoooo? Eh si cari mie brasatori della domenica. Così tanto! 

Lasciate evaporare. 

No! Non state lì a guardare il vino che evapora... potete andare a fare pipì... ci metterà un pochino. State tranquilli. 

Quando il vino è evaporato, aggiungere 2 foglie di sedano, una carota, un chiodo di garofano e una cipolla media. 
Non state manco a pensare di tagliuzzare i pezzettini. Buttate dentro tutto intero! 

Aggiungete la salsa di pomodoro (Diciamo una mezza bottiglia standard) e allungatela con un po' d'acqua e aggiungere un pezzettino di dado. 

Salate il cucuzzolo della carne

Abbassate il fuoco al minimo e coperchiate (Voce del verbo coperchiare; mettere il coperchio)

Giratelo ogni tanto e fatelo andare per 2 ore. 


Nel mentre che il brasato va... 
voi fate i KIPFEL


KIPFEL 

La preparazione è quella degli gnocchi. 
Non suona male anche a voi GLI gnocchi? E' così bello I gnocchi! 

Bon.. a prescindere...

Prendete 1kg di patate e lessatele. Se avete una famiglia di 18 persone, aggiungete chili a piacere. 

Farina QB

Una volta lessate le patate, dovete schiacciarle e formare una fontanella di patate sul vostro ripiano infarinato.



Nel centro della fontanella ci mettete 1 uovo intero e un po' di sale. 
Impastate bene il tutto, aggiungendo farina qb. 
Per i novelli kipfelari della domenica QB non è un tipo di farina come lo 00... significa Quanto Basta! 

La consistenza finale dev'essere quella di un bolo bello sodo che non vi si appiccichi alle dita. 

Una volta ottenuto il vostro bel panetto patatoso bisogna fare i bigoli... 
Per i non triestini maldicenti e mal pensanti, il bigolo di patata è quel serpentello oblungo dal quale si ricavano gli gnocchi o i kipfel! 



Tagliate 10cm di bigolo di patata e dategli la forma del ferro di cavallo. 

Riponeteli ordinatamente sul vostro ripiano. 

Prendete una padella grande e metteteci abbondante olio. Io uso sempre l'evo, ma se a voi piace l'olio per friggere, usate quello. 
Pregevole belinata atomica da NON fare. 
Usate una pentola più grande e molto più olio. Altrimenti la pastella si attacca sul fondo e fa crosta, bruciacchiando il kipfel. 


Si friggono in un attimo... quindi non lasciate la postazione. 
Una volta pronti (Dorati da entrambe le parti), li tirate fuori dall'olio con la paletta (O a mani nude se siete Wonder Woman) e li fate sgocciolare sulla carta assorbente. 

Seviteli ancora caldi assieme al vostro buonissimo brasato. 


TOH

























Cri




(1) evo: extra vergine di oliva
Lascia un commento, i commenti anonimi non saranno pubblicati. Istruzioni su come fare a destra.

2 Response to "KIPFEL E BRASATO"

  1. Désirée tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Io nell'impasto per I gnocchi non ci metto mai l'uovo, solo farina QB, al max ci metto un'abbondante grattugiatona di formaggio x restare sul leggero. Invece se faccio i kipfel aggiungo una mezza bustina di lievito istantaneo in bustina (quello senza vanilina ovviamente), così quando friggono gonfiano un pelino di più e sono iperflaffosissimi....ecco, mi hai fatto venire vogliaaaaaaaaa

    Posted on 26 febbraio 2012 16:15

     
  2. DANI tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Volendo i Kipfel si possono fare anche dolci, basta aggiungere un po' di zucchero nell'impasto e una volta cotti spolverizzarli con zucchero a velo... Sono buonissimi.
    A chi piace nell'impasto può mettere anche una spruzzata di cannella :)
    Ciao Cri ;)

    Posted on 1 marzo 2012 10:48

     

Posta un commento

PLANET EARTH

Si è verificato un errore nel gadget