SGABELLO DI FERRO...

sabato, gennaio 07, 2012 Pubblicato da JJ



*****
Post scritto per dare conforto a tutti coloro che, in mezzo ad un progetto, grande o piccino, sono presi dallo sconforto, si accasciano sul letto, si appallottolano sotto le coperte e restano lì! :) 

*****



Caro bisnonno Carlo, 
tra agosto e settembre ho svuotato la cantina e ho trovato questo. 
Mi dicono sia tuo. 
Io non ho idea di cosa sia. 
Ho provato a contattare degli scultori e persino dei professori universitari, ma nessuno è stato in grado di dirmi a cosa poteva servire sto affare di ferro. 
Io e alcuni amici abbiamo supposto si potesse trattare si un tornietto. 
A occhio e croce la base superiore poteva ruotare, ma, nonostante i miei sforzi, non si è mossa di un millimetro. 
E poi, a che serve  il buco in fondo se non corrisponde ad alcun buco sui piatti?

Sai cosa???
Io lo metto qui sul Pausa Merenda... 
Se qualche anima pia passa di qua e mi sa dire cos'è, bene.. altrimenti amen! Credo di poter sopravvivere alla curiosità! (Credo...)







Ah... 
Io non sono il tipo che restituisce le cose in questo stato...
Così mi sono permessa di metterci mano... 

E te lo restituisco così... anche se sei morto da 80 anni e spiccioli. 
Ciao,
Tua bisnipote! :)





*********************************

Qualche dettaglio

Oggetto misterioso ribattezzato 'Lo sgabello del Bisnonno', amichevolmente detto  'Lo sgabello'.
Riesumato dal fondo di una cantina fradicia verso metà settembre.
Sepolto vivo nella medesima dal 1928.



Il bisnonno Carlo era uno scultore e lavorava presso lo scultore G.Marin. 
Ha partecipato alla creazione della Fontana del Gladiatore. Palazzo Ras, Piazza della Repubblica, Trieste. 



Ciò che è certo è che non ho preso i suoi geni! :)
A me non riesce manco un fiorellino col DAS!!!


Lo Sgabello, oltre all'evidente stato che definire pietoso è riduttivo, era stato dipinto. 
Bisnonno, come cacchio ti è venuto in mente di dipingere sto affare??? EH??? 




Per tornare all'antico splendore sono stati usati:
4 chilometri di carta vetrata. 
Un finto-dremel comprato alla fiera di Pordenone ancora in Lire, con quale sono state tirate fuori a forza tutte le cesellature.
158 litri di olio di gomito.
95 kg di pazienza. 






1 barattolo di vernice antichizzante, anticorrisiva, grigio antracite della Veronese. 
(Colorificio Tecnocolor, Viale XX settembre. Hanno delle vernici pazzesche in quel posto!)
(Questo è l'effetto finale visto da vicino e sotto il sole)






Ovviamente, gli ingredienti principali sono stati l'Amore, la Passione e l'appoggio degli amici più cari, come l'onnipresente Michele che se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo; Roby, il 'più miglior' fabbro della Valsesia; il supporter numero 1 della sottoscritta, il buon Brut che ha sempre una parola gentile per me, anche quando io non ne ho per me stessa; Désy, Rita, Cristina, Niky, Daniela e Tatiana,  e la mia sorellina virtuale Claudia! 

GRAZIE A TUTTI!!!


Nota per tutti coloro che passassero di qua per la prima volta. 
Io non so niente di restauro anticaglie ferrose. 
L'impresa è riuscita grazie agli amici più esperti e a internet. 
Tutto ciò che serve per fare qualsiasi cosa è a portata di mano, basta studiare un pochino. 

La prossima volta che pensate o dite "Eh... ma... io... non so...!"
Ricordatevi dello sgabellino! 



















BARBATRUCCO
Quando si dipinge un affare tanto ruggine con una vernice metallizzata scura è facilissimo lasciare dei punti scoperti. (Quando date la seconda mano vi sembrerà di prendervi in giro da soli!)
Un puntino di ruggine che spunta è il modo migliore per mandare in vacca mesi di carteggi, pertanto io suggerisco il metodo C.S.I. (amo i nomi imbecilli che do alle cose)

Spegnete eventuali lampade da tavolo. 
Armatevi di una pila e controllate, muovendo la luce con una mano, che non ci siano spazi poco coperti o addirittura punti di ruggine viva. 

Vi siete mai chiesti perchè quelli di C.S.I. vadano in giro con la piletta e non accendano la luce? 
Provate a perdere un microscopico orecchino su un pavimento alla veneziana!!! Ci sono due modi per ritrovarlo. Camminarci sopra a piedi scalzi (Ahia) o usare una pila! 
Collaudati entrambi, preferisco il secondo! :)

Cri






Lascia un commento, i commenti anonimi non saranno pubblicati. Istruzioni su come fare a destra.

9 Response to "SGABELLO DI FERRO... "

  1. BISNONNO CARLO tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Tesoro della mia bisnipote,

    Ho letto con piacere il tuo post e rivedere uno dei miei strumenti rimesso a nuovo con tanta amorevole cura mi ha riempito il cuore di gioia.

    Sei stata BRAVISSIMA!

    Per quanto riguarda la verniciatura...beh...avevo dei progetti per questo oggetto, ma poi sono morto ed è stato imboscato nella cantina di tua madre.

    E poi... scusa...
    Come potevo immaginare che 83 anni dopo una bisnipote scriteriata potesse mai sognarsi di riesumarlo e rimetterlo a nuovo???
    Ok... sono stato un artista e quindi avrei dovuto prevedere ci sarebbe stata della genialità in famiglia... ma immaginarne tanta sarebbe stato complicato anche per il sottoscritto...

    Comunque... l'oggetto misterioso è un ... Zzzzz... prrr.. ggghhh....

    L'utente da lei richiesto non è al momento raggiungibile. La preghiamo di riprovare più tardi.

    Posted on 7 gennaio 2012 02:53

     
  2. Brut tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    se non altro il bisnonno sarà orgoglioso della prova di coraggio :)

    Posted on 7 gennaio 2012 03:36

     
  3. Désirée tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Domanda scema, da non scultrice, non tecnica, non niente...ma se il foro in basso non corrisponde a quelli in alto, non è che quello magari serviva per ancorare sto coso a terra (o ovunque fosse messo), mentre i buchi sui piatti servivano per tenere qualcosa che ci stava sopra?

    La mia domanda non contribuisce a svelare l'arcano, ma magari qualche Sandro Giacobbo all'ascolto ci può dare una mano, ottimo uso del blog ;o)))))

    Ancora brava per l'opera d'amore e pazienza che hai fatto...secondo me l'uso principale di sto coso è farti capire che PUOI TUTTO ;o))))

    Posted on 7 gennaio 2012 08:57

     
  4. JJ tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    BRUT,
    hai detto bene.
    Una prova di coraggio con annesso sfiancamento a metà corsa, parolacce allegate e un rush finale stile "Ora o mai più!"
    Ora, per completare l'opera... vorrei passare dall'Eta del Ferro a quella dell'ORO! Anche se ho trovato un paiolo di rame per polenta e non so cosa farci... Visto il colore lo considero facente parte dell'età del Bronzo, che dici???

    Posted on 7 gennaio 2012 13:47

     
  5. JJ tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    DéSY
    hai ragionissima!
    Mi sento immortale, invincibile, indistruttibile, incorruttibile (No... incorruttibile no...), imperturbabile, imbattibile, inossidabile (anche perchè mi son pitturata di antiruggine dappertutto), impareggiabile, incommensurabile, e se non riesco a togliere la ruggine da sotto le unghie, anche inqualificabile nonché improponibile! :))))))
    Grazie, un abbraccione e alla prossima!

    Posted on 7 gennaio 2012 13:56

     
  6. Bucaneve tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Bellissimo davvero, complimenti!!!
    Questi sono gli obiettivi che ci fanno sentire al top una volta raggiunti, perchè sono le piccole grandi cose fatte unicamente con la nostra caparbietà e volontà...nulla è impossibile!!!
    Ah...per la ruggine sotto le unghie...lavora con i guanti!!! :)))

    Posted on 7 gennaio 2012 15:17

     
  7. JJ tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Hai ragione TATI,

    diciamolo a tutti.. USATE I GUANTI!!!
    Soprattutto se l'ultimo richiamo per antitetanica l'avete fatto alle medie!
    E niente scuse, come faccio io...
    "Eh ma non riesco a tenere il finto-Dremel..."
    USATE I GUANTI!!!

    A proposito di obiettivi... La cantina come va???? :)))

    Posted on 7 gennaio 2012 20:33

     
  8. Bucaneve tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Eh...ehm...uhm...diciamo che qualche sacco se n'è andato...è un buon inizio, no?!

    Posted on 7 gennaio 2012 20:47

     
  9. Bucaneve tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    A proposito: gli strumenti si impugnano bene con i guantini in silicone..non sono robustissimi, ma aiutano... io li uso anche per pulire casa essendo allergica a tutto!!!

    Posted on 7 gennaio 2012 21:01

     

Posta un commento

PLANET EARTH

Si è verificato un errore nel gadget