UNGHIE BELLE. L'arte del Risparmio #1

venerdì, luglio 22, 2011 Pubblicato da JJ

C'è la Crisi... DICONO!
In compenso, le autostrade sono intasate dai villeggianti.

Per chi non villeggia, ci sono 1.000 modi di risparmiare, ottenendo ugualmente degli effetti carinissimi.
Ovviamente, non mi riferisco alle cose fondamentali, quali il mangiare, ma agli sfizi; quelli che "qualcuno può", altri "non potrebbero, ma si vive una volta sola" e altri ancora proprio "No se pol"!

Oggi parliamo di unghie.

Le unghie sono un must. Sono uno dei biglietti da visita dell'essere umano, in particolare di quello appartenente al genere femminile. 

Smettere di mangiarsele è spesso un dramma. Io lo so, visto che ho smesso nel 1998, alla tenera età di 26 anni. :) (e, ancora oggi, ho dei periodi di smangiucchiamento pellicine che levati!)

Più volte da quel giorno, mi sono rivolta a delle ragazze che mi hanno messo dapprima le unghie finte e poi il gel.

Inutile dire che vengono benissimo ma che il costo complessivo, se vuoi restare caruccia per un tot è esorbitante. 

La prima applicazione varia dai 50 ai 100 euro. 
I refil variano dai 15 ai 30 euro.
In alcui posti potrebbero chiedervi anche di più.

Il discorso è sempre lo stesso: "Ma no, mia cara, il refil lo fai dopo 3 settimane, mica prima!"
E tu ci credi puntualmente! :)
Io non so che unghie abbiano le altre donne, a me dopo una settimana son cresciute abbastanza da voler tornare di corsa a farmi mettere in ordine!
Il problema è che, una volta messo il gel, ne sei schiavo. 
L'unghia cresce, lo spazio tra il gel e l'unghia si allarga e tu guardi con sgomento sta crepa che cresce, dividendo te dalla perfezione.
Anche toglierlo ha il suo costo e mi pare giusto, visto che paghiamo il tempo di chi deve smontare l'ambaradan.

Quando poi, chiedi il perchè dei prezzi tanto esosi, ti viene candidamente detto che i gel stessi costano un botto. 
E' verissimo. A metà.
Se vai nei negozi specializzati (e io ci sono andata) non solo non te li vendono se non hai un diploma da estetista, ma un barattolino microscopico può costare ben oltre i 100 euro. 

E se vai su internet?
Lo stesso barattolino lo paghi 30.

Questo post inizia a sembrare una campagna a sfavore del gel. 
NO NO NO.
Io l'ho usato per un sacco di tempo. Capitasse, lo rifarei. 
E' comodo che qualcuno si occupi delle mie manine senza che io stia lì a patrocchiare con gli smalti smalti e a tenere a bada cani e gatti che scelgono il momento della tinta per venire a giocare. 

Ma, possiamo davvero spendere sto capitale?

Allora conviene metter mano all'ingegno, alla pazienza e a un po' di buon senso.


Fotus horribilis... Pazienza! :)



Gli smalti si trovano in ogni dove. E' indiscutibile. 
Personalmente, preferisco prendere uno smalto di marca per la base, ovvero la prima mano che si dà sull'unghia. (Anche se, sempre di vernice si tratta, quindi tutto sto bene all'unghia non deve poi fare!)
Tutti gli altri possono essere pure smalti da 0.99 comprati qua e là. L'unico accorgimento è quello di appurare che siano ben liquidi e non già induriti. 


1ma mano: rosa carne pallidissimo.
2 da mano: rosa carne pallidissimo.
Con l'aiuto delle pinzette applicare gli adesivini comprati dai cinesi per 1.50
3za mano di smalto trasparente per fissare il tutto. (Coprite bene gli adesivi, mi raccomando)

Per terminare il tutto io messo su una mano di quello smalto rinforzante violetto-trasparente (Deborah-indurente) che dà quel tono lilla che mi piace tanto.

30 minuti di lavoro e siete a posto per una settimana. 
Se l'unghia ricresce troppo frettolosamente, una mano di smalto trasparente e il gioco è fatto. 


******************

Vi ricordo che basta andare su Youtube e inserire la voce NAILS (unghie) per scoprire millemila tutorial su come decorarle carinamente senza spendere un capitale o accendere un mutuo. 


Cri



Per le dritte in merito, ci si genuflette e si ringrazia Zia Désy
(Che ha delle unghie meravigliose)





Lascia un commento, i commenti anonimi non saranno pubblicati. Istruzioni su come fare a destra.

1 Response to "UNGHIE BELLE. L'arte del Risparmio #1"

  1. Désirée tra un sorso di caffè e un biscotto, dice così,

    Sul fatto che sopra la base qualsiasi smalto va bene non sono completamente d'accordo, molti sono vernici a tutti gli effetti e l'unghia è porosa, in parte assorbe. Nei limiti del possibile è meglio scegliere prodotti affidabili, vero è che molte marche 'low cost' sono abbastanza affidabili come marche di linea alta, bisognerebbe controllare che siano senza i cosiddetti 'big 3 toxic', cioè Dibutyl Phthalate (DBP), Formaldehyde e Toluene.
    E dopotutto spendere €20 per uno smalto Chanel mi sembra uno schiaffo alla dignità delle persone, oltretutto ora che molte altre marche 'copiano' spudoratamente i suoi colori e basta attendere al max pochi mesi per avere che i colori più à la page (come sono figa che scrivo ste cazzate in francese, momento di autoesaltazione ;o))).
    Ad ogni modo, divertitevi con le vostre unghie, specie d'estate che si può osare di più con i colori ;o)))

    Posted on 22 luglio 2011 17:55

     

Posta un commento

PLANET EARTH

Si è verificato un errore nel gadget