SCORRI-BANDA DEI SITI AMICI
Raccolta video

GNOCHI DE SUSINI

TUTO A OCIO. La ricetta piÃÆ’¹ inutile del Web!
GNOCHI DE SUSINI

TORTA DI CAROTE

BUONERRIMA!!!
TORTA DI CAROTE

I BISCOTTI DI ZIA MARINA

UN PO' INCASINATI MA VERAMENTE BUONI
I BISCOTTI DI ZIA MARINA

TORTA AL CIOCCOLATO ESTIVA

15.000 CALORIE A FORCHETTINA, MA NE VALE LA PENA!
TORTA AL CIOCCOLATO ESTIVA

DARE...

INNAMORATEVI

START SOMETHING NEW

MOVE

UNGHIE BELLE. L'arte del Risparmio #1

venerdì, luglio 22, 2011 Reporter: JJ 1 Response

C'è la Crisi... DICONO!
In compenso, le autostrade sono intasate dai villeggianti.

Per chi non villeggia, ci sono 1.000 modi di risparmiare, ottenendo ugualmente degli effetti carinissimi.
Ovviamente, non mi riferisco alle cose fondamentali, quali il mangiare, ma agli sfizi; quelli che "qualcuno può", altri "non potrebbero, ma si vive una volta sola" e altri ancora proprio "No se pol"!

Oggi parliamo di unghie.

Le unghie sono un must. Sono uno dei biglietti da visita dell'essere umano, in particolare di quello appartenente al genere femminile. 

Smettere di mangiarsele è spesso un dramma. Io lo so, visto che ho smesso nel 1998, alla tenera età di 26 anni. :) (e, ancora oggi, ho dei periodi di smangiucchiamento pellicine che levati!)

Più volte da quel giorno, mi sono rivolta a delle ragazze che mi hanno messo dapprima le unghie finte e poi il gel.

Inutile dire che vengono benissimo ma che il costo complessivo, se vuoi restare caruccia per un tot è esorbitante. 

La prima applicazione varia dai 50 ai 100 euro. 
I refil variano dai 15 ai 30 euro.
In alcui posti potrebbero chiedervi anche di più.

Il discorso è sempre lo stesso: "Ma no, mia cara, il refil lo fai dopo 3 settimane, mica prima!"
E tu ci credi puntualmente! :)
Io non so che unghie abbiano le altre donne, a me dopo una settimana son cresciute abbastanza da voler tornare di corsa a farmi mettere in ordine!
Il problema è che, una volta messo il gel, ne sei schiavo. 
L'unghia cresce, lo spazio tra il gel e l'unghia si allarga e tu guardi con sgomento sta crepa che cresce, dividendo te dalla perfezione.
Anche toglierlo ha il suo costo e mi pare giusto, visto che paghiamo il tempo di chi deve smontare l'ambaradan.

Quando poi, chiedi il perchè dei prezzi tanto esosi, ti viene candidamente detto che i gel stessi costano un botto. 
E' verissimo. A metà.
Se vai nei negozi specializzati (e io ci sono andata) non solo non te li vendono se non hai un diploma da estetista, ma un barattolino microscopico può costare ben oltre i 100 euro. 

E se vai su internet?
Lo stesso barattolino lo paghi 30.

Questo post inizia a sembrare una campagna a sfavore del gel. 
NO NO NO.
Io l'ho usato per un sacco di tempo. Capitasse, lo rifarei. 
E' comodo che qualcuno si occupi delle mie manine senza che io stia lì a patrocchiare con gli smalti smalti e a tenere a bada cani e gatti che scelgono il momento della tinta per venire a giocare. 

Ma, possiamo davvero spendere sto capitale?

Allora conviene metter mano all'ingegno, alla pazienza e a un po' di buon senso.


Fotus horribilis... Pazienza! :)



Gli smalti si trovano in ogni dove. E' indiscutibile. 
Personalmente, preferisco prendere uno smalto di marca per la base, ovvero la prima mano che si dà sull'unghia. (Anche se, sempre di vernice si tratta, quindi tutto sto bene all'unghia non deve poi fare!)
Tutti gli altri possono essere pure smalti da 0.99 comprati qua e là. L'unico accorgimento è quello di appurare che siano ben liquidi e non già induriti. 


1ma mano: rosa carne pallidissimo.
2 da mano: rosa carne pallidissimo.
Con l'aiuto delle pinzette applicare gli adesivini comprati dai cinesi per 1.50
3za mano di smalto trasparente per fissare il tutto. (Coprite bene gli adesivi, mi raccomando)

Per terminare il tutto io messo su una mano di quello smalto rinforzante violetto-trasparente (Deborah-indurente) che dà quel tono lilla che mi piace tanto.

30 minuti di lavoro e siete a posto per una settimana. 
Se l'unghia ricresce troppo frettolosamente, una mano di smalto trasparente e il gioco è fatto. 


******************

Vi ricordo che basta andare su Youtube e inserire la voce NAILS (unghie) per scoprire millemila tutorial su come decorarle carinamente senza spendere un capitale o accendere un mutuo. 


Cri



Per le dritte in merito, ci si genuflette e si ringrazia Zia Désy
(Che ha delle unghie meravigliose)







RIMEDI NATURALI CONTRO LE SCOTTATURE SOLARI

lunedì, luglio 18, 2011 Reporter: JJ 0 Responses


Foto: NASA


Oggi un'amica si è scottata di brutto e così, alla sua richiesta di aiuto, mi sono messa al pc per cercare una soluzione. 
L'ho trovata e ve la rigiro perchè puà tornare sempre utile! :)


Bagni allevianti

Per dare sollievo alla pelle che pizzica a causa di un’esposizione al sole troppo prolungata, provate uno dei tre bagni allevianti che vi proponiamo. All’acqua tiepida della vasca potrete aggiungere:

1. un bicchiere di aceto di mele;

2. mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio ed una manciata di sale grosso;

3. un bicchiere di farina d’avena, dalle proprietà emollienti; potete versare la farina direttamente nell’acqua o riporla in un sacchetto d’organza, da lasciare nella vasca mentre sarete immersi.

Impacchi rinfrescanti

Se la pelle scotta, per calmare la sensazione di bruciore non c’è niente di meglio di realizzare un impacco del tutto naturale da applicare sulle zone interessate. Ve ne proponiamo sette.

1. Impacco all’aloe vera

Applicate sulla pelle del gel d’aloe vera come se si trattasse di un doposole. Per un effetto ancora più rinfrescante, riponetelo in frigorifero prima dell’utilizzo.

2. Impacco all’olio di cocco

Con l’aiuto di un batuffolo di cotone applicate sulle zone interessate dell’olio di cocco che avrete acquistato in erboristeria o in un negozio di alimentari etnici. Fate attenzione che l’olio che sceglierete sia completamente naturale e privo di profumazioni di sintesi.

3. Impacco al tè verde

 

Applicate direttamente sulla pelle delle bustine di tè verde che avrete messo in infusione e poi lasciato raffreddare. Una volta raffreddatosi, potete aggiungere il tè ottenuto all’acqua della vasca per un bagno rinfrescante o applicarlo sulla pelle tramite delle spugnature utilizzando un panno o un piccolo asciugamano.

4. Impacco allo yogurt

Per il vostro impacco potete scegliere di utilizzare dello yogurt bianco naturale, ancora meglio se biologico o realizzato da voi. Lo yogurt avrà un effetto emolliente, idratante e rinfrescante sulla vostra pelle.

5. Impacco al cetriolo

Il cetriolo presenta proprietà lenitive straordinarie. Per ottenerne il succo, frullatene la polpa e filtratela attraverso un colino molto fitto. Raccogliete il liquido ottenuto in un bicchiere ed applicatelo sulla pelle con l’aiuto di alcuni batuffoli di cotone. Si tratta di un impacco adatto sia per il viso che per il corpo.

6. Impacco al melone

Seguendo lo stesso procedimento indicato per l’impacco al cetriolo, potete ottenere del succo dalla polpa di melone per realizzare un impacco dalle proprietà rinfrescanti e allevianti.

7. Impacco alla lattuga

Fate bollire nell’acqua alcune foglie di lattuga per qualche minuto. Scolatele raccogliendo l’acqua in una ciotola e lasciate riposare il liquido così ottenuto finché non si sarà raffreddato. Utilizzatelo per realizzare delle compresse da applicare sulle scottature con l’aiuto di ovatta o teli in cotone.


E' fondamentale idratare la pelle, ma anche assumere un sacco di liquidi, quindi bevete tantissimo e mangiate frutta e verdura in modo da assumere sufficienti vitamine. 

Rimane da dire una cosa importantissima. 
Sebbene sia frequente carbonizzarsi al sole, bisogna stare attenti. 
Non vi starò a fare la paternale sui danni che il sole provoca alla pelle perchè sono la prima che se ne frega... 

Son qui a dirvi che per mancanza di attenzione, si sta male per giorni, ci si squama come serpenti, vien un febbrone alto così, possono venire le vesciche e si rischia il pronto soccorso. 

I primi giorni, una badilata di crema ad alta protezione CI VUOLE... Quando la pelle è diventata un po' scuretta, fate come vi pare! :) 


Cri











L'OMOSESSUALITA' NON ESISTE...

martedì, luglio 12, 2011 Reporter: JJ 1 Response


E' un concetto piuttosto semplice da spiegare e da capire.
Chiunque ne parli, la critichi, ci faccia su grandi discorsi che siano essi contro o a favore, sta parlando di niente. 

Non è un difetto, non è una malattia, non è una condizione, non è nemmeno un modo d'essere, non è una caratteristica peculiare da riportare sulla carta d'identità alla voce "segni particolari". 

Perchè?

Perchè Amare qualcuno non è un difetto, non è una malattia, non è una condizione, non è nemmeno un modo d'essere e non è una caratteristica peculiare da riportare sulla carta d'identità alla voce "Segni particolari".

Ora, il mondo è diviso in 3 fazioni distinte. 
Ci sono gli omofobi che combattono con ogni fibra del loro essere una condizione che non è una condizione.

Ci tengo a ricordare che la parola "Omofobia"  
deriva dal greco homos (stesso, medesimo) e fobos (paura). Letteralmente significa "paura dello stesso", pertanto, qualsiasi omofobo è un pauroso.

Dall'altro abbiamo coloro che difendono le loro posizioni omosessuali e combattono gli omofobi. 

Entrambi lo fanno con estrema serietà, tirando in ballo personaggi famosi, teorie più o meno scientifiche e concetti religiosi più o meno improbabili e usando sempre gli stessi verbi: lottare e combattere. 
Non penso sia un caso.
Come tutte le guerre che si rispettino, anche questa è basata sul nulla. 
Su un concetto bislacco incentrato sulla diversità come aggettivo qualificativo.

Non parteggio per nessuna delle due. 
Come si può fare il tifo per qualcuno che parla di niente? 
Anzi, è quasi lodevole vedere come alcune persone siano in grado di parlare di una cosa che non esiste per ore intere... 
Questa sì che è fede! :)

E arriviamo alla terza "fazione", composta da coloro che vivono in maniera diretta o indiretta la loro omosessualità o quella degli altri, sorridendo delle prime due e guardando grandi filosofi e opinionisti con la compassione che si ha per un bimbo che cade, tanto poi si rialza e, prima o poi, a camminare impara. (Questa è la speranza)

Nei giorni scorsi ho visto spesso un video che mi ha fatto ridere un sacco! 

Breve cronistoria
Neil Patrick Harris, attore, presentatore statunitense. 
Ad un certo punto iniziano a circolare voci sulla sua presunta omosessualità.
Lui si stufa e dalle pagine di People confessa:  "Sono gay". 
Confessare.. verbo orribile... non è una colpa. Essere omosessuale non è niente! :) Le alternative che propone la lingua italiana? Ammettere? Anche questo suona colposo. Dire. Ok.. dire mi sta bene! :)

Da quel momento, su ogni red carpet (Tappeto rosso) si presenta con il gnocco fidanzato, e, credo l'anno scorso, grazie ad una madre surrogato, allargano la famiglia con due gemellini di un bello mai visto! :)


Cosa c'entra tutto ciò con la terza "fazione"?

Nel 2011, il numero d'apertura dei Tony Awards (Gli Oscar di Broadway), Neil si presenta sul palco e canta "Not just for gays anymore!", sfottendo ogni cosa sul suo cammino, partendo da sé stesso, passando per Broadway fino ad arrivare alle menti povere.

La scena è di un divertente mai visto.
Il testo fa venire le lacrime agli occhi. 
L'idea è geniale quanto semplice:
Una risata ci seppellirà! 




Tra mille discorsi sul niente fatti da tanti signor nessuno,  io preferisco 6 minuti e 35 di pura intelligenza fatti da un genio! 





SE AVETE QUALCHE DIFFICOLTA' A COMPRENDERE CIO' CHE DICE, QUI SOTTO RIPROPONGO LA TRASCRIZIONE DI TUTTO IL NUMERO, INTERVENTI DEGLI OSPITI COMPRESI!


Neil Patrick Harris Good Evening. Good Evening. I’m teen heartthrob Neil Patrick Harris. It’s an honor to be back hosting the 65th Annual Tony Awards, and I’d like to deliver a very important message on behalf of all of us who care so deeply about this community.


If you’ve seen a show, then you already know how magical theater can be. It’s a two-hour, live-action, barely affordable, un-lip-synced version of “Glee.” So, this song goes out to the rest of you—those who’ve never seen theater before—because Broadway has never been broader—it’s not just for gays any more!
If you feel like someone that this world excludes, it’s no longer only for dudes who like dudes. Attention every breeder, your invited to the theater. It’s not just for gays anymore. The glamor of Broadway is beckoning straights—the people who marry in all 50 states. We’re asking every hetero to get to know us better-o. It’s not just for gays anymore!
It’s for fine, upstanding Christians who know all the songs from Grease. It’s for sober-minded businessmen who yearn for some release. So, put down your Playboy and go make a plan to pick up a Playbill and feel like a man. There’s so much to discover with your different-gendered lover.
It’s not just for gays, the gays and the Jews, and cousins in from out of town you have to amuse, and the sad, embittered malcontents who write the reviews, and also foreign tourists, and the groups of senior citizens and well-to-do suburbanites and liberal intellectuals —though that group is really only Jews and homosexuals—I’ve lost my train of thought. Oh yes, it’s not just for gays anymore.
See what I’m talking about? Thank you.



Wow! You can smell the testosterone in the room, can’t you? Look at this place—it’s full of straight people. Angela Lansbury, you’re super-hot. Are those things real? Stephen Colbert, you’re straight as they come. Any thoughts?


Stephen Colbert:
I enjoy the theatre. I’ve enjoyed it all my life. I enjoy it with my female woman wife.
Neil Patrick Harris
Nice. Don’t we all, Stephen. Look at this, all these straight people. James Earl Jones, you’re straight. Vanessa Redgrave, you’re straight. Joe Mantello—thanks for coming. Kristy Brinkley, that’s fantastic, Brooke Shields, you’re super-hot. You made me believe I was straight for 23 years. Any comments?


Brooke Shields
When I’m up on stage, there’s a len you watch = I’m gonna try that again.


Neil Patrick Harris
5, 6, 7, 8


Brooke Shields When I’m up on stage, there are , I don’t know what I’m doing. oh my god. There’s alot..
Brooke Shields
When I’m up on stage, there’s lots of men who like to watch. In fact, one guy sent a Twit-pic of his crotch.


Neil Patrick Harris
Nice. It was worth it. Totally improvised, you too. (laughs) Bono what’s going on? You see, you’ll fit right at home on Broadway everyone, look at all these straight people. Al Pacino, you’re way to famous to participate in this bid. Hey look whose here, Bobby Cannavale, you’re here. Let’s say you, 5, 6, 7, 8.


Bobby Cannavale
Broadway touches parts of me that never have been touched. I love it very (beep) much.


Neil Patrick Harris
Right, well said. Isn’t this fabulous? Well said, sir, wow! I mean, come on isn’t this fabulous? I mean isn’t this awesome.


We’ve got swarms of Mormons, showgirls, sailors, dancing boys and nuns, plus a Spider facing, death-defying, budget over-runs. So, people from Red states, and people from Blue, a big Broadway rainbow is waiting for you. Come in and be inspired, there’s no sodomy required. Cause it’s not just for gays, it’s not just for gays—we’d be twice as proud to have you if you go both ways—Broadway is not just for gays anymore! (it’s not just for gay, not just for gays, anymore)
Come in and be inspired, there’s no sodomy required. Cause it’s not just for gays, it’s not just for gays—we’d be twice as proud to have you if you go both ways—Broadway is not just for gays anymore!






David Javerbaum, lyricist
Adam Schlesinger, composer
Trascrizione trovata su Lybio.net

















PLANET EARTH

Si è verificato un errore nel gadget